Eppi
 

Zona Eppi

 

 

Con un altro via libera dei Ministeri Vigilanti, i professionisti iscritti alla Cassa dei Periti Industriali vedono aumentato il proprio “conto corrente” previdenziale grazie alla maggiore rivalutazione rispetto a quanto previsto per legge.

La decisione del 4 maggio 2018 dei vertici dell’EPPI di rivalutare oltre i tassi di legge i montanti degli iscritti alla Cassa per le annualità 2014, 2015 e 2016 ha ottenuto ieri il lasciapassare dei Ministeri Vigilanti.
L’operazione vale 20,3 milioni di euro. La maggiore rivalutazione garantita, che andrà a valere sul futuro assegno pensionistico, è già verificabile direttamente da ogni iscritto accedendo alla propria area riservata. Un’attenzione che dà prova della volontà di costruire con gli iscritti un rapporto improntato sulla massima trasparenza e concretezza, dando immediato e tangibile riscontro dell’operato della Cassa per migliorare la pensione del domani dei professionisti periti industriali.
Il provvedimento è l’ultimo di una serie positiva di deliberazioni a favore di assegni pensionistici sempre più adeguati che, dopo il consueto iter, sono state approvate dai dicasteri del Lavoro e dell’Economia (vedasi tabella seguente di dettaglio). Segno questo che un’attenta e prudenziale gestione patrimoniale e finanziaria può realmente far funzionare il sistema previdenziale di metodo contributivo, nonostante la sua giovane età.
Nel complesso, infatti, la serie delle disposizioni trasmesse dal Consiglio di Ammnistrazione dal 2014 al 2018, e successivamente approvate dai Ministeri Vigilanti, hanno generato un totale di 133,7 milioni di euro di risorse distribuite sui “conti correnti” previdenziali degli iscritti: 104,1 milioni derivanti dalla distribuzione del contributo integrativo riferito alle annualità dal 2012 al 2016, e 29,6 milioni derivanti dalla maggiore rivalutazione dei montanti rispetto ai tassi di legge riferiti alle annualità dal 2013 al 2016.
“Questo è un traguardo che ci sprona più che mai a continuare nel cammino intrapreso – ha commentato a caldo il Presidente Valerio Bignami – e nell’assidua attività di servizio per il bene comune dei nostri iscritti.”

 

Tabella: Provvedimenti e risorse distribuite sui montanti degli iscritti EPPI

ANNO DELIBERA CDA EPPI

RISORSE DISTRIBUITE SUI MONTANTI

2014

13,5 milioni di euro di contributo integrativo distribuito per l’anno 2012.

 

2014

24,9 milioni di euro di contributo integrativo distribuito per gli anni 2013 e 2014.

 

2015

9,3 milioni di euro di maggiore rivalutazione

per gli anni 2013 e 2014.

 

2017

19,5 milioni di euro di contributo integrativo distribuito per l’anno 2014.

 

2017

22,7 milioni di euro di contributo integrativo distribuito per l’anno 2015.

 

2018

23,5 milioni di euro di contributo integrativo distribuito per l’anno 2016.

 

2018

20,3 milioni di euro di maggiore rivalutazione

per gli anni 2014, 2015 e 2016.

 

 

Recenti

Via G. B. Morgagni, 30/E - Edificio C
00161 Roma
tel +39 06 44001 (lun-ven h 9-12,
mercoledi anche h 14,30-16,30)
fax +39 06 44001222
info@eppi.it - info@pec.eppi.it

ORARIO DI RICEVIMENTO AL PUBBLICO
lun-ven h 9-12
mer anche h 9-12 / h 14,30-16,30