Eppi
 

Zona Eppi

 

Le casse di previdenza tecniche “accendono” il lavoro. Le norme che affidano la gestione del patrimonio pubblico agli enti territoriali ci sono ma nessuno si è accorto delle loro importanti conseguenze. Esiste un bacino di immobili che i Comuni italiani possono ristrutturare e far fruttare ma non hanno i soldi per farlo. Ecco che gli enti di previdenza tecnici sono pronti a investire delle risorse per creare un circuito virtuoso e aiutare i comuni, che a loro volta offriranno opportunità di lavoro concrete ai liberi professionisti. “Geometri e periti industriali, spiega il presidente della Cassa geometri Fausto Amadasi, sono sostenitori di una fondazione Patrimonio comune con il compito di far da tramite tra la Cassa depositi e prestiti e i comuni italiani. Questi possono beneficiare di fondi per curare il patrimonio sul loro territorio ed avvalersi dei liberi professionisti per la fase di progettazione e direzione lavori”. Stiamo parlando di posti di lavoro, che in un periodo di crisi sono musica per le orecchie di tutti. “In sostanza, aggiunge Florio Bendinelli presidente dell’Ente di previdenza periti industriali, esistono circa 20.000 immobili pubblici a disposizione, dalla caserme dimesse alle ex fabbriche, che entro il 30 novembre potranno essere opzionate da un singolo comune per far partire i lavori concretamente già da gennaio 2014.”. Cosa significa, dunque, fare previdenza oggi dal punto di vista di una cassa privata? Per Paola Muratorio, presidente di Inarcassa, “significa sostenere il reddito dei nostri iscritti per dar loro possibilità di accantonare più risorse per la loro futura pensione, con la garanzia di promuovere una filiera di gestione qualificata di ogni lavoro pubblico: affidamento in trasparenza, progettazione professionale e cantieri efficienti”.

 
 

 

 

Zona Eppi

 

 

il 27 settembre a Como, alle 10.00 presso l’Hotel Imperiale, si terrà una tavola rotonda sul tema “Sinergia tra le Casse di previdenza delle professioni tecniche”, incontro sui progetti in comune tra Cassa geometri, Ente di previdenza periti industriali e Inarcassa. Saranno presenti i tre presidenti Fausto Amadasi, Florio Bendinelli  e Paola Muratorio mentre coordinerà Marino Longoni, condirettore di “Italia Oggi”.  Si parlerà di strategie comuni e di come le intese dal punto di vista della previdenza possano portare maggiore efficienza e nuove opportunità di lavoro direttamente a favore dei liberi professionisti iscritti.

 
 

 

Recenti

Via G. B. Morgagni, 30/E - Edificio C
00161 Roma
tel +39 06 44001
(assistenza telefonica agli iscritti il lunedi', il martedi' e il venerdi' dalle 9 alle 12)
fax +39 06 44001222
info@eppi.it - info@pec.eppi.it

PER CONTENERE EVENTUALI RISCHI DI DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19 IL SERVIZIO DI RICEVIMENTO IN SEDE E' CONSENTITO ESCLUSIVAMENTE PREVIO APPUNTAMENTO.